Nella Città Bassa

Tra stradine, piazze e lunghi rettifili
Home / Chiesa di Santa Margherita

English version

Chiesa di Santa Margherita

Appena fuori dalla chiesa è quasi naturale scendere per la ripida via Roma fin quando, sulla destra, una lieve fuga di ampi gradini conduce a un altro gioiello del barocco paternese: la chiesa di Santa Margherita, che svetta candida con la sua gioiosa bicromia e con il bizzarro campanile a bulbo, dinanzi al largo sagrato a terrazza. Attraversata l’artistica cancellata in ferro battuto si entra nel tempio dal nero portale in pietra lavica. Costruita tra il 1694 e il 1750, ha uno stile tipico del barocco minore locale; l’interno è a pianta longitudinale, e tra i graziosi stucchi decorativi domina la grande Pala d’altare di Santa Maria dei Sette Dolori del ‘700. La chiesa è infatti tradizionalmente legata al secolare culto della Madonna Addolorata. Altre tele coeve sono Santa Margherita, Sant’Elena, la Sacra Famiglia e la Natività, la volta è affrescata con La profezia di Zaccaria. Da ammirare anche La Pietà, bell’altorilievo in pietra che sormonta l’ingresso laterale, opera del 1922 dello scultore Giacinto Lo Gioco.